Il vero arrosto di Pasqua è la Flat Tax

Sabato, 15 Aprile, 2017

Adesso sì che siamo tutti più sereni, Silvio Berlusconi mangerà vegano quest’anno, adotta e salva agnelli pensando di riunire il popolo della quinoa sotto l’insegna del centrodestra, cosa non solo disastrosa ed improbabile dal punto di vista della comunicazione, ma anche inutile perché così facendo, si fa inviso un elettorato storico e consolidato che per la stragrande maggioranza è già sui fornelli.

Gli risponde Alemanno che con Storace ha fondato un nuovo movimento e allora replicano: “Salva un pastore, mangia un agnello!” Inizia la psico-diatriba folle che non interessa a nessuno, se non alle TV che altrimenti non saprebbero cosa mandare in onda. Per le repliche di Fantaghirò dobbiamo aspettare Natale, e magari ci beccheremo sul presepe da fare, non fare, farlo gay, farlo laico con gli europarlamentari di Bruxelles assieme al bue e l’asinello, tanti asinelli.

Tanto fumo, niente arrosto. Per rinverdire quest’area politica c’è ormai una proposta in cantiere da tempo, di cui ne è uscito perfino un ricco libro (Compra Qui) e di cui c’è un sito dettagliato (Tassa Unica) per comprendere in pillole, o in maniera estesa, corredata di numeri, la chance.

Tassa Unica sui redditi, Flat tax al 15% come rivoluzione fiscale, l’unico modo per abbattere il cuneo fiscale in maniera drastica, senza intaccare l’equilibrio sociale, potendo mantenere tutte le spese essenziali e anzi, dando un futuro al welfare, ed allo stesso tempo liberare le tenaglie dell’oppressione sul ceto produttivo.

La spirale positiva si innesca con misure anticicliche, meno tasse, più soldi in tasca dei contribuenti, più consumi, più produzione, più occupazione. La cinghia di distribuzione dei redditi non viene dallo Stato, ma dell’economia che carbura e si rimette in moto soltanto con un sistema giusto che lasci alla libera iniziativa una retribuzione degna di questo nome. Questo è l’unico faro immediato da accendere in un’area politica da tempo arida di proposte che scaldino il cuore ed il portafoglio dei propri elettori, traditi da vent’anni di proclami chiacchierati e poco applicati.

L’ideologo della Flat Tax Armando Siri in dieci minuti vi sviscera la tassa piatta (Guarda la clip), vi consiglio di prenderveli comodi, di essere curiosi, di annusare senza pregiudizio: “Sì, bello, ma è impossibile!”, perché a differenza di qualsiasi altra proposta sul tema, come i redditi di cittadinanza o i soldi gettati dall’elicottero, questa è l’unica che abbia un senso ed una ratio logica nella sostenibilità finanziaria per i conti pubblici.

Abbiamo una sorpresa per l'Uovo di Pasqua, basta solo saperla scoprire.

(fonte: Il Populista.it  Andrea Lorusso)