Renzi #passodopopasso copia la Lega

Mercoledì, 19 Ottobre, 2016

Il premier ruba i conigli dal cilindro agli avversari, e nemmeno quelli leghisti spiacciono.

Prima un bellicoso Presidente del Consiglio ci spiega con tono ciondolante che l’Europa ci ha lasciati soli nell’emergenza migranti e che non sia possibile ospitare l’Africa nello Stivale (non era razzista affermarlo?), poi cerca i voti del centrodestra per le riforme, copia il format per la Scuola di Formazione del PD a quella tenuta a battesimo da Armando Siri a Roma e Milano per la Lega – Noi con Salvini, ed ora in tempi di legge di stabilità, si appropria pure degli slogan altrui.

Infatti per annunciare una roboante novità nel Bilancio 2017, parlando di Equitalia afferma: "Era simbolo di approccio vessatorio. La chiudiamo come detto un anno fa. Pagare meno, pagare tutti". Già proprio così, pagare meno per pagare tutti, proprio la sintesi a corollario della rivoluzione fiscale, patrocinata ancora una volta da Armando Siri, per la Flat Tax.

Un sistema ad aliquota piatta, unica per tutti al 15% che però con il sistema delle deduzioni fisse permette di avere un carico fiscale reale armonizzato alla capacità contributiva, come recita il dettato Costituzionale all’Articolo 53, rispettando la progressività della imposta senza però prevedere inutili scaglioni che centinaia di miliardi di elusione fiscale hanno causato.

Una terapia shock per l’economia che nella fase di transizione al nuovo sistema ingloba anche il recupero dei crediti incagliati di Equitalia, ma con una differenza enorme rispetto al bluff governativo. Infatti, mentre il premier pensa a rottamare l’agenzia privata ed eliminare gli interessi di mora su cartelle già oggi inesigibili, il saldo e stralcio teorizzato da Siri permetterà di pagare dal 6% al 25% dell’intera cartella, chiudendo il rapporto con il fisco, come denuncia in un post facebook: “Chi non ha potuto pagare l'imposta è soprattutto il professionista o l'autonomo a basso reddito che negli anni della recessione ha utilizzato i pochi guadagni per sopravvivere e non ha versato. Quei soldi non ci sono, né ieri né oggi!

Già. Il punto della beffa è tutto qui, aggi, sanzioni ed interessi di mora sono uno sconto su denari che lo Stato non incasserà mai, pubblicizzando una plateale vittoria di Pirro. Insomma, Renzi promette il fuori tutto per gli outlet lunari, peccato che sulla Luna i negozi non abbiano ancora aperto.

(fonte: IlPopulista.it Andrea Lorusso)